Facebook
Twitter
LinkedIn
Fabrizio Pedrazzini

La mostra “HAYEZ. L’officina del pittore romantico”, aperta al pubblico fino al 1 aprile 2024, è un viaggio nell’eccellenza artistica italiana.

Nel cuore della vibrante città di Torino, un evento straordinario sta catturando l’attenzione degli amanti dell’arte e degli appassionati della cultura italiana; il progetto espositivo dedicato a Francesco Hayez, uno dei pittori più celebri dell’Ottocento italiano, porta alla GAM di Torino un centinaio di opere, tra dipinti e disegni, che tracciano il percorso creativo e il genio artistico di questo maestro.

Hayez
Hayez. L’Officina del Pittore Romantico, installation view at GAM, Torino, 2023. Photo Perottino

Nato a Venezia nel 1791, è universalmente riconosciuto come uno degli artisti più importanti del Romanticismo italiano e la sua influenza sulla pittura del XIX secolo è ancora tangibile oggi. La mostra a Torino, a cura di Fernando Mazzocca ed Elena Lissoni in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera, è un’opportunità unica per immergersi nelle sfumature della sua arte, scoprendo la sua evoluzione stilistica e il contesto storico che ha plasmato la sua visione unica.

La mostra offre un viaggio cronologico attraverso la carriera di Hayez, dalla sua formazione artistica tra Venezia e Roma – dove ha goduto della protezione di Canova – fino alle grandi affermazioni milanesi e alle opere mature che lo hanno consacrato come uno dei grandi maestri della pittura italiana.

I visitatori sono accolti da alcune delle sue opere più iconiche, tra cui “La Meditazione dei Musei Civici di Verona e “Accusa segreta dei Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia, cui è accostato “Il Consiglio alla Vendetta, prestigioso prestito proveniente dal Liechtenstein Museum di Vienna: capolavori intrisi di emozione e maestria tecnica.

Hayez
Hayez. L’Officina del Pittore Romantico, installation view at GAM, Torino, 2023. Photo Perottino

La sezione inaugurale si concentra sul periodo formativo del pittore, evidenziando le influenze accademiche e la sua capacità di reinterpretare la tradizione classica in chiave romantica. Una serie di schizzi e dipinti meno conosciuti offrono una prospettiva intima sulla sua crescita artistica e sulla ricerca di un linguaggio pittorico personale.

La narrazione della mostra si sviluppa attraverso le diverse fasi artistiche della carriera di Hayez, con sezioni tematiche che esplorano i suoi dipinti storici, i ritratti e le opere ispirate alla mitologia. Le sale sono curate con attenzione per creare un’esperienza immersiva, arricchita da didascalie esplicative e approfondimenti sul contesto storico e culturale in cui Hayez ha operato.

La mostra non si limita a celebrare solo l’arte di Hayez ma si immerge anche nel legame speciale tra l’artista e la città di Torino. La sua presenza nella corte sabauda ha lasciato un’impronta indelebile sulla cultura artistica della regione. L’esposizione esplora i legami di Hayez con il capoluogo piemontese attraverso documenti storici, lettere e testimonianze contemporanee.

Hayez
Hayez. L’Officina del Pittore Romantico, installation view at GAM, Torino, 2023. Photo Perottino

Per arricchire ulteriormente l’esperienza dei visitatori, il progetto espositivo è accompagnato da una serie di eventi collaterali, conferenze, laboratori artistici e visite guidate. Esperti e curatori offrono approfondimenti sulla vita di Hayez, sulla sua influenza nel contesto artistico italiano e sulla conservazione delle opere d’arte.

La mostra di Torino è un’occasione straordinaria per immergersi nell’eredità di questo grande artista, interprete dei destini della nostra nazione, capace di estendere il respiro della sua pittura dalla storia all’attualità politica, in gran parte legata ai moti rivoluzionari per raggiungere l’Unità d’Italia.

Attraverso un percorso espositivo ricco e coinvolgente, i visitatori possono scoprire la maestria di Hayez, esplorando il suo impatto sulla pittura dell’Ottocento e riscoprendo la bellezza intramontabile delle sue opere. Un omaggio sentito a un’icona dell’arte italiana che continua a ispirare e affascinare.

 

Per continuare a leggere l’articolo, acquista subito il nuovo numero!

Qui puoi trovare i numeri precedenti.

Ti potrebbe interessare