Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Gianluca Marziani

Identità no gender e vita liquida degli artisti All Digital – Volume Due

Secondo James Lovelock, l’Antropocene sta lasciando spazio al Novacene, l’era della collaborazione virtuosa tra Uomo e Macchina. Un prossimo futuro in cui gli automi nasceranno dall’Intelligenza Artificiale con una propria biologia, migliorando le condizioni del Pianeta, supportando gli umani nei processi vitali, gestendo la costruzione del progresso collettivo. Gli artisti di questa rubrica sono stati selezionati nel panorama esclusivo di Instagram.

Vivono dentro la geografia digitale e usano software 3D per creare e distribuire opere in formato elettronico. Dai manufatti siamo entrati ufficialmente nell’era dei digifatti.

 

Instagram: pablo.rochat

Pablo Rochat
Pablo Rochat, Long Text.

pablorochat.com

 

Pablo Rochat parte dal mondo esterno  con la sua cronistoria tra reale e virtuale, fisico e liquido, hardware e software. Da queste ambivalenze scatta l’azione-reazione che immagina un cortocircuito narrativo della società, sorta di iperrealismo mediale in cui la dicotomia vero-falso perde ogni vecchia connotazione, favorendo un imprinting digitale che interpreta e ricodifica il mondo.

Rochat fa dell’attualità mediatica un campo politico attivo, agendo in un personale playground ironico ad alta natura concettuale. Le sue opere ribaltano e amplificano gli stereotipi, sottolineano il malessere dietro le apparenze da social media, enfatizzano il paradosso con invenzioni divertenti e profonde. Sono foto, slowmotion e animazioni che simulano le pubblicità di natura tecnologica, l’advertising virale, il modello diffuso di meme e GIF.

Rochat gioca con i tools di Instagram,  dilatando gli strumenti fino al paradosso, fino allo slapstick virale, fino al punto in cui verità e verosimile si mimetizzano l’una nell’altra. Un sistema rizomatico che espande la natura artistica del linguaggio digitale, instillando riflessioni che trasformeranno la nostra idea di arte visiva.

 

Abbonati ad ArteIN per ricevere il magazine.

Ti potrebbe interessare
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Identità no gender e vita liquida degli artisti All Digital – Volume Tre Secondo James Lovelock, l’Antropocene sta lasciando…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Identità no gender e vita liquida degli artisti All Digital Secondo James Lovelock, l’Antropocene farà presto spazio al Novacene,…
ArteIN è un marchio di Napoleon srl, sede legale Via Aurelio Saffi 15, 25121 Brescia. Redazione: Via Giuseppe Di Vittorio 307 Sesto San Giovanni (Milano). PI/CF 04127660985. REA BS-590549. – Privacy PolicyCookie Policy