Facebook
Twitter
LinkedIn
Redazione

La galleria e spazio culturale Gli eroici furori ospita, fino al 24 marzo, nella sua sede sita in un ex laboratorio di restauro nel quartiere di Porta Venezia a Milano, Ogni quadro è un racconto (e viceversa), personale della pittrice e scrittrice Gabriella Kuruvilla.

La mostra, realizzata a cura di Silvia Agliotti, fin dalla sua fase progettuale racconta la pratica dell’artista che sceglie di esprimersi utilizzando due differenti tecniche che si accostano e fondono: la pittura e la scrittura. Ogni tela esposta è affiancata da un taccuino Moleskine che in maniera non didascalica narra tematiche intimistiche e sociali, rappresentate con uno stile diretto, dal gusto Pop. Pittura e scrittura generano uno scambio biunivoco, che si allarga al vissuto personale dell’artista e giornalista italo-indiana, portando nelle opere offerte al pubblico anche una fusione di pensieri e immaginari delle sue terre di origine.

In occasione dell’evento è esposto un taccuino d’autore, frutto del recente connubio dell’artista con Moleskine Foundation. Il progetto espositivo è realizzato in collaborazione con ACRA e si inserisce nel ricco calendario di eventi di awareness raising, organizzati nell’ambito del progetto Empower – European key Multipliers PromOte aWarenEss against Racism and xenophobiaè.

 

Gabriella Kuruvilla
OGNI QUADRO È UN RACCONTO (E VICEVERSA)
A cura di Silvia Agliotti
13 marzo 2024 – 27 marzo 2024
Gli eroici furori – Via Melzo 30, Milano

www.furori.it
@glieroicifurori

Immagine di copertina: Gabriella Kuruvilla, #dresscode – Courtesy l’artista e Gli eroici furori

 

Scopri qui i nuovi contenuti di ArteIn

Ti potrebbe interessare