Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Ivan Quaroni

La pittura è artificio

Paesaggi tra verità e finzione

 

Il pittore francese Jean-Auguste-Dominique Ingres sosteneva che “une chose bien dessinée est toujours assez bien peinte”. Lo ricorda Giorgio De Chirico in un articolo pubblicato nel 1919 sulla rivista “Valori Plastici”. In quelle stesse pagine, il padre della Metafisica esortava i pittori ritornanti – quelli, cioè, che tornavano alla rappresentazione antropomorfa dopo le deformazioni delle avanguardie – a dotarsi degli strumenti tecnici necessari al conseguimento di tale impresa, primo fra tutti il disegno.

Tra i pittori contemporanei che hanno inteso la lezione del pictor classicus c’è il toscano Jacopo Ginanneschi, classe 1987, che ha sviluppato una pittura caratterizzata dalla precisione ottica e da una volumetria solida e chiara.

Ciò che è accurato e rigoroso nei suoi dipinti non deriva dalla visione monoculare della fotografia, ma da un’osservazione attenta e diretta della natura, disciplinata dall’abitudine di ritrarre dal vivo una morfologia paesaggistica che poi traspone sulla tavola in modo originale.

 

page10image11383392
Jacopo Ginanneschi, Al di là del ponte, 2018, olio su tavola, cm. 92×90. Courtesy Galleria Rubin, Milano.

 

Bozzetti e studi di alberi, rocce e sentieri servono, infatti, a fissare nella memoria gli elementi che confluiranno nel quadro. Conta, però, il fatto che il paesaggio vissuto e osservato dall’artista sia un territorio in qualche modo già carico di memorie iconografiche, che riverberano nella tradizione pittorica del Trecento e Quattrocento toscani e in quella del Novecento riordinato di marca magico-realista.

Un deposito visivo in cui si ritrovano scorci, valli, colline e rocce che a loro tempo dipinsero i Primitivi senesi e i tardi pittori gotici della Rinascenza. Geografie recuperate anche dal Carrà post-futurista, innamorato di Giotto, Paolo Uccello e Piero della Francesca e poi, negli anni Ottanta, da un pittore colto come Lorenzo Bonechi.

 

 

Per continuare a leggere l’articolo su ArteIn, abbonati subito!

Acquista qui i numeri precedenti!

Ti potrebbe interessare
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nel microcosmo infinito delle emozioni   Liw Volpini vorrebbe, per un quarto d’ora, potere incontrare George Seurat e chiedergli…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Stefano Di Stasio è un classico. Lo è in ogni dettaglio, riquadro, solco, punto esatto della sua pittura notturna,…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
C’è qualcosa di meravigliosamente inafferrabile nella figura di Carlo Levi. Difficile immaginare personaggio più poliedrico e anticonformista. Nato a…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Donne sull’orlo di una crisi d’influencer Sono ormai oltre trent’anni che lo scultore Paolo Cassarà, di origini siciliane, ma…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nella casa-eremo dove visse Canova, tra gessi e memorie il genio rivive Il corpo dell’artista, privo della mano destra…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
La lezione di Canova nel contemporaneo “Grazie a Canova la bellezza femminile è diventata universale”. Parola di Vittorio Sgarbi….
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
“What’s my line” è stato un longevo e molto popolare game show della televisione americana degli anni Cinquanta. Una…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Una decina d’anni fa – doveva essere il 2009 o il 2010 –, ricevetti una mail dalla posta elettronica…