Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Ginevra Battistini

Parla l’ex sindaco di Riace: “Il nostro borgo modello di pace e solidarietà”. E lancia una call per artisti da tutto il mondo. Per riaccendere la speranza

Dopo la condanna pesantissima inflitta all’ ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, a 13 anni e due mesi di carcere con una sentenza di primo grado che ha screditato il Tribunale di Locri per l’inconsistenza delle accuse formulate, scatenando le reazioni indignate di tanti e illustri giuristi italiani e stranieri, il primo cittadino, deposto dalle sue funzioni in seguito alla vicenda giudiziaria, è in attesa del giudizio della Corte d’appello il cui ricorso è appena stato depositato dagli avvocati Andrea Daqua e Giuliano Pisapia.

Ci vorranno mesi, forse un anno, prima del verdetto di secondo grado. Intanto Mimmo Lucano non si perde d’animo ed è una fucina di idee visionarie che tuttora plasmano la vita del Villaggio Globale, l’enclave del borgo calabrese da cui è nato il modello Riace, riconosciuto in tutto il mondo per il suo valore, anche – cosa alquanto grottesca – dai giudici che hanno firmato la sua condanna e quella dei suoi collaboratori.

Una sorta di porto franco è il Villaggio Globale, ispirato alla città ideale del filosofo seicentesco Tommaso Campanella, la Città del sole, che nonostante l’attacco durissimo mosso dalla magistratura continua a pulsare di vita propria, animato da una vocazione irrinunciabile alla solidarietà e alla cooperazione internazionale.

Gli stranieri tuttora presenti a Riace sono una cinquantina su una popolazione di circa duemila abitanti. Vivono per lo più nelle case del borgo antico risistemate negli ultimi vent’anni dopo il naufragio del 1° luglio del 1998 sulla costa antistante di centinaia di curdi, un naufragio che ha folgorato Mimmo Lucano e che ha dato inizio all’esperienza di accoglienza e di integrazione nota in tutto il mondo per il suo impatto salvifico, rigeneratore di un territorio desolato, abbandonato, preda delle scorribande mafiose.

 

Mimmo Lucano
Un murale dedicato a Mimmo Lucano realizzato da Smoe a Melbourne nel 2018.

 

 

Per continuare a leggere l’articolo su ArteIn, abbonati subito!

Acquista qui i numeri precedenti!

Ti potrebbe interessare
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
La pittura è artificio Paesaggi tra verità e finzione   Il pittore francese Jean-Auguste-Dominique Ingres sosteneva che “une chose…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nel microcosmo infinito delle emozioni   Liw Volpini vorrebbe, per un quarto d’ora, potere incontrare George Seurat e chiedergli…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Stefano Di Stasio è un classico. Lo è in ogni dettaglio, riquadro, solco, punto esatto della sua pittura notturna,…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
C’è qualcosa di meravigliosamente inafferrabile nella figura di Carlo Levi. Difficile immaginare personaggio più poliedrico e anticonformista. Nato a…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Donne sull’orlo di una crisi d’influencer Sono ormai oltre trent’anni che lo scultore Paolo Cassarà, di origini siciliane, ma…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nella casa-eremo dove visse Canova, tra gessi e memorie il genio rivive Il corpo dell’artista, privo della mano destra…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
La lezione di Canova nel contemporaneo “Grazie a Canova la bellezza femminile è diventata universale”. Parola di Vittorio Sgarbi….
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
“What’s my line” è stato un longevo e molto popolare game show della televisione americana degli anni Cinquanta. Una…