Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Canali

Definiti gli OG (Original Gangsters) della community di CryptoArt, gli Hackatao sono un duo artistico che si è formato nel 2007 a Milano ma che recentemente si è spostato a Oltris, piccolo borgo medioevale incastonato nelle alpi carniche.

Il termine Hackatao deriva dalla unione di “hacker” nella sua accezione più pura di “persona che si impegna nell’affrontare sfide intellettuali” e di “Tao” che indica il legame di due anime, due identità, due personalità e stili molto diversi ma in equilibrio, quello dello Yin e dello Yang.

I primi anni della loro attività lavorano alla creazione dei Podmork, sculture dalle forme morbide e totemiche, scolpite in ceramica, che si collocano al centro della loro ricerca espressiva e che sono caratterizzate da campiture super-flat alternate a parti grafiche, in bianco e nero, estendendo i riferimenti linguistici e formali della loro poetica. I soggetti delle loro opere, semplici e lineari, si ispirano ad antiche forme pagane così come agli Avatar del Metaverso, nell’ottica di una completa fusione tra opere fisiche e token digitali.

Gli ultimi anni sono quelli più prolifici segnati da diverse personali e progetti in Italia e nel mondo e dall’utilizzo sempre più frequente della tecnologia nell’arte – Realtà Aumentata, VR, 3D e pixel – così come della blockchain all’interno delle principali piattaforme di CryptoArt e NFT (SuperRare, Async, Nifty Gateway, Makerplace).

 

Hackatao
Hackatao, Q+K #1311

 

Come e quando avete scoperto e intuito il potenziale della CryptoArt e degli NFT quale mezzo che consente di vendere e collezionare file digitali come se fossero beni fisici?

Crediamo nell’arte digitale da sempre. Iniziammo già nel 2007 ma la tecnologia e la società non erano ancora pronte. Nei primi mesi del 2018 leggemmo un articolo sulla rivista “Science” che parlava di blockchain. Intuimmo subito che poteva avere un’applicazione nell’arte e dopo una ricerca sul web trovammo l’articolo di Jason Bailey che definiva la CryptoArt. Lo trovammo illuminante. Così contattammo direttamente Jason Bailey e da lì nacque tutto. Partimmo con entusiasmo, in una piccolissima community visionaria e sperimentale. Nell’aprile del 2018 mintammo le prime opere crypto su SuperRare.

 

Hackatao
Hackatao, Q+K #280.

 

 

Per continuare a leggere l’intervista su ArteIn, abbonati subito!

Acquista qui i numeri precedenti!

Ti potrebbe interessare
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
La parola alla star di Drag Race Italia Tacchi alti, parrucche voluminose, sedute di make up che durano ore,…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Realismo pop magico per raccontare la realtà Gli anni sono volati per quel ragazzo classe 1968 diventato uno dei…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Artista situazionista colorista. E anche scrittore fanta- sista di efficace presa. Alla soglia degli anni Ottanta – proprio nel…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
The Bank Contemporary Art è un sogno realizzato da Antonio Menon, che ha creato una tra le più interessanti…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Quando hai realizzato che avresti intrapreso la via del disegno, del fumetto, del design, della scultura, le performance e…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Dagli stereotipi di genere all’ambientalismo   Il suo vero nome è Xie Rong, ma come artista è conosciuta col…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
“L’arte? Non è morta. E la critica? Non gode di buona salute”   La mostra in corso al Castello…
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
“Ripensare il futuro. Per ritrovare l’armonia tra uomo e natura” Stefano Boeri è intellettuale, progettista, urbanista, Professore ordinario di…