l'arte come non l'hai mai vissuta
CARRELLO
Cerca
Close this search box.

articoli

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Aldo Damioli (Milano 1952) è stato scoperto negli anni Ottanta da quel geniale talent scout che è stato ed è Corrado Levi. In quel periodo Damioli dipingeva dei singolari quadri dove si vedevano una serie di pizze, a volte pericolosamente…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Sotto il vulcano brucia la terra, si frantumano le forme del Creato, il magma ribolle come nel primo giorno dell’universo, ogni cosa è fusa e confusa con le altre cose, la vita stessa gorgoglia di morte. E la morte è…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Non è facile provare a immaginare, per un momento, di ritrovarsi nella New York dei primi anni Sessanta, dove una giovane artista giapponese, amica, compagna di avventure e di vita di artisti come Joseph Cornell (di cui fu a lungo…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Non nel Pop Surrealismo americano, con il suo vorticoso intreccio di cultura alta e bassa e la sua ripresa delle radici vernacolari del pop, ma nel Realismo magico, nella Metafisica e nel Surrealismo europei si possono rintracciare le fonti dell’arte…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
“Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”: sulla locandina di un concerto del 2016 Diamanda Galas ficca i suoi, di occhi, nell’abisso dell’inconscio da un angolo della giungla che Sergio Padovani abita a Modena. Se fosse ancora tra noi…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
La vita breve dell’artista visivo che entrò nei sotterranei della bellezza   Mauro Fiorese ha avuto una breve vita, ma segnata da un esclusivo privilegio: ha vissuto il tempo necessario per conoscere tutti i segreti dell’arte che sono ignoti al…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Rintanato in golena, la terra del fiume se la teneva anche in bocca, lavorandola lentamente con la lingua, per togliere le impurità e renderla più malleabile. Antonio Leccabue non aveva certo ritegno a mostrarsi sporco di fango, tanto chi gliel’avrebbe…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Al Castello di Rochechuart una grande retrospettiva tra memoria e metamorfosi   Duecento milioni di anni fa, un meteorite gigante di un chilometro e mezzo di diametro ha concluso il suo viaggio attorno al Castello di Rochechouart, oggi sede del…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Architetto, lo avrebbe chiamato Vitruvio. Pictor optimus, lo aveva chiamato De Chirico, affettuosamente affidandogli il suo stesso scettro. Editore purissimo, lo hanno chiamato centinaia di artisti dei quali ha pubblicato cataloghi (e sono stati la storia del Novecento in arte).…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
L’originalità, la riconoscibilità e la viralità delle immagini giocano un ruolo essenziale nei meccanismi che portano un artista al successo, in una società, come quella attuale, ossessionata dal mito dell’individualismo. Alcuni artisti sviluppano una coscienza critica, affrontando nelle loro opere…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Impossibile restare indifferenti davanti alle opere di Enrico Robusti: sono dichiarazioni che risuonano con titoli magniloquenti, talvolta volutamente ridondanti, popolate da personaggi che costituiscono un bestiario personale dell’artista, che, come i protagonisti delle tele, è travolto da quel vortice frenetico…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
«I’ll be your mirror», io sarò il tuo specchio, cantava Nico con i Velvet Underground nel 1967. Erano i favolosi anni della Factory, di Warhol, del boom economico, della società di massa, del mordi e fuggi, dell’usa e getta, del…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Nella chambre n.13 dell’Hôtel Carcassonne Paris, dove il vento ha accumulato polvere e foglie di quercia, le pareti lievemente sghembe e gli arredi modesti producono uno straniamento metafisico. Lo sguardo vacilla, ma non è per il vino, già svuotato dalle…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Sentii parlare per la prima volta di Luigi Montanarini subito dopo essermi laureato. Avevo iniziato a collaborare con una galleria d’arte a Roma che aveva sede in quello che era il suo vecchio studio di via Margutta 51a. Quella via,…
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Nicola Samorì oltre a nascere demiurgo, come per definizione dovrebbe accadere per colui che crea, ritengo possa essere definito anche una sorta di “imagologo” dell’arte, in quanto egli mette in atto una comparazione simbiotica con l’immagine che andrà a ritrarre.…